Prodotti trovati (0)

02/03/2021

Bonus 2021

Bonus 2021

QUALI SONO I BONUS PREVISTI PER IL 2021?

La manovra 2021 offre molti incentivi e detrazioni per coloro che effettuano interventi di ristrutturazione edilizia e messa in sicurezza dell’ambiente.

Sono previste molteplici agevolazioni per il contribuente che intraprende spese per sostenere interventi volti a migliorare la sicurezza e l’efficienza energetica della casa. Anche nel 2021 infatti sarà possibile beneficiare di bonus ristrutturazioni, che consente una detrazione fino al 50% delle spese sostenute, dell’ecobonus, erogato tramite detrazioni IRPEF o IRES.

 
 

Bonus ristrutturazioni 2021

 
 
Bootstrap Image Preview

Come funziona?

Confermato fino al 31/12/2021, il bonus ristrutturazioni prevede la possibilità di detrarre fino nel modello 730 fino al 50% delle spese sostenute, fino ad un limite massimo di 96.000€ per ogni unità   immobiliare.  L’importo viene distribuito in 10 anni con rimborsi annuali di pari importo. 

Cosa rientra nel bonus ristrutturazioni?

All’interno del bonus ristrutturazioni rientra anche il cosiddetto “Bonus sicurezza” o “Bonus antifurto”.  Tra le spese detraibili, infatti, rientrano l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi e sistemi volti a "prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi."   Nello specifico, sono quindi comprese le spese per i sistemi antifurto, videosorveglianza TVCCvideocitofonia, controllo accessi, cancelli.  Ma non solo: il concetto di sicurezza si estende anche alle spese sostenute per dispositivi legati a sistemi antincendio (il cosiddetto “Bonus antincendio”), alla protezione da allagamenti e fughe di gas.  All’interno di questo bonus si fa anche riferimento a spese sostenute per implementare interventi finalizzati alla cablatura degli edifici e al contenimento dell’inquinamento acustico, così come ad interventi effettuati per il risparmio energetico.  Facendo riferimento al bonus ristrutturazioni, sono comprese non solo le spese di acquisto dei materiali, ma anche i costi sostenuti per sopralluoghi, progettazione, prestazione professionale. 

Chi può beneficiare del bonus ristrutturazioni?

Possono beneficiare del bonus ristrutturazione 2021 tutti i contribuenti soggetti al pagamento delle imposte sui redditi, siano essi residenti o non residenti sul territorio italiano.  La detrazione può essere richiesta dal proprietario dell’immobile, dai titolare di diritti di godimento, da locatari/comodatari, da soci, da imprenditori individuale, da società. È possibile usufruire del bonus anche se i lavori sono stati pagati grazie a finanziamenti. Vige l’obbligo di comunicazione dei dati all’ENEA per lavori di ristrutturazione volti all’efficientamento energetico.  Per beneficiare del bonus ristrutturazioni è necessario che le fatture bonifico bancario o postale parlante, all’interno del quale dovranno essere indicati i seguenti dati:  Causale del versamento: Bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’art. 16-bis del Dpr 917/1986;  Il codice fiscale del beneficiario della detrazione;  Il codice fiscale o Partita Iva del beneficiario del pagamento. 

 
 

Ecobonus 2021

 
 

Come funziona?

L’Ecobonus 2021 consente al contribuente di beneficiare di una serie di detrazioni fiscali per effettuare lavori legati all’efficienza e al risparmio energetico su edifici gà esistenti.  I soggetti che ne usufruiscono possono richiedere che l’importo sia erogato in forma di riduzione di imposte (ripartita su 5 anni), ma è anche usufruirne tramite cessione di credito di imposta o sconto in fattura. Secondo la legge di Bilancio 2021, il bonus è riferito alle spese sostenute nel periodo compreso  tra 1 luglio 2020 e 30 giugno 2022. 

Che spese rientrano nell'Ecobonus?

In base al tipo di lavoro effettuato, è possibile godere di detrazioni del 50%, 65% e del 110%.   Ecobonus 110% : il cosiddetto “Superbonus 110%” riferito all’Ecobonus consiste nella detrazione del 110% per interventi di riqualificazione energetica definiti “trainanti”.  Tra questi interventi, rientrano spese per: cappotto termico, impianto di riscaldamento condominiale, impianto di riscaldamento in proprietà esclusive. Ecobonus 65%: la detrazione fiscale al 65% è riferibile a interventi quali home and building automationsostituzione di impianti di climatizzazione invernale con apparecchi ibridi o con generatori d’aria calda a condensazione, rifacimento dell’impianto di riscaldamento, dispositivi per controllo da remoto, riqualificazione energetica. Ecobonus 50%: applicabile per posa in opera e acquisto di finestre, poste esterne e portoncini, sostituzione di impianti con caldaie con efficienza pari almeno a classe A, acquisto di impianti di climatizzazione dotate di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. 

Chi può beneficiare dell'Ecobonus?

Possono beneficiare del bonus ristrutturazione 2021 tutti i contribuenti soggetti al pagamento delle imposte sui redditi, siano essi residenti o non residenti sul territorio italiano.  La detrazione può essere richiesta dal proprietario dell’immobile, dai titolare di diritti di godimento, da locatari/comodatari, contribuenti che conseguono reddito d’impresa, enti pubblici che non svolgono attività commerciale, associazioni tra professionisti, istituti autonomi.  La detrazione IRPEF spetta colui che, titolare di diritto reale, effettua pagamento della fattura mediante bonifico parlante. Se la spesa fa capo a più soggetti, dovranno essere specificati il nome, cognome e codice fiscale degli stessi.  Per interventi condominiali è necessario segnalare il codice fiscale condominiale e quello dell’amministratore.  

Bootstrap Image Preview

Torna alle news

Newsletter

Iscriviti per ricevere le nostre offerte migliori

Pagamenti

Paga con la tua carta di credito o con il tuo conto Paypal

Pagamento alla consegna (COD) con le modalità concordate

Bonifico bancario con spedizione vincolata all’accredito del bonifico